"

[…] resta l’immagine di tutto quello che ho sempre voluto. Resta l’idea che ho dell’amore impossibile. Quello che potrebbe dare un senso a tutto. Quello che dovrebbe poter risolvere ogni problema e ogni angoscia. Quello che non esiste, proprio perché impossibile…

Si può sempre idealizzare quello sguardo capace di farti sprofondare. Quei sogni che si potrebbero realizzare se solo lui fosse lì. Quello spazio infinito che si apre quando ascolti la sua voce da lontano… da lontano appunto… troppo lontano per essere vero… anche quando è il primo pensiero che hai appena ti svegli… l’ultimo prima di addormentarti.

Ma l’amore, quello vero, non c’entra niente con tutto questo. L’amore, quello vero, è fatto solo di condivisione e di quotidiano. Di occhi cerchiati dalla fatica. Di piatti da lavare impilati nel lavandino. Di briciole di pane raccolte in fretta perché non c’è tempo.

Condivisione. Che parole banale! Quanta poca poesia… Altro che Alfieri. Del più forte sentir più forte figlia. E la passione? Quella che ti squarcia dall’interno e ti fare un sacco di pazzie?

La condivisione sembra la sorellina povera della passione. Quella incapace di eroismo. Quella un po’ triste e monotona. Quella di cui non si vorrebbe mai sentir parlare. Eppure come si potrebbe amare senza condividere la sera, quando torni a casa e sei talmente stanca che non hai nemmeno più la forza di parlare? Quando lui non ha fatto la spesa. Quando i calzini sono buttati a terra. Quando si dimentica di chiudere la finestra.

La condivisione non fa sognare nessuno. Ma ti fa vivere. Quando sai che qualunque cosa accasa, lui ti è accanto. A modo suo, certo. Che non è mai come vorresti tu. Perché non sente quello che senti tu. Perché non è uno specchio in cui contemplare il tuo riflesso. Perché non capisce quello che vuoi quando gli dici che è il tuo angelo custode.

Ma c’è. C’è e, in fondo, è l’unico ad amarti come sei. Anche se sei una grande rompiballe. E non puoi evitare di deluderlo per cancellare tutte le aspettative che potrebbe avere… prima di far di tutto per riscattarti sperando che l’amore sia rimasto intatto… come per farti perdonare di una colpa che forse non esiste…

"

tratto da “Volevo Essere Una Farfalla" - Michela Marzano

  1. sghiscio posted this